La Nascita delle Edizioni Milesi

Immagine non disponibile

I coniugi Milesi, Serenella e Alessandro, si conobbero verso la fine degli anni sessanta, si sposarono ed ebbero una figlia. Insieme diedero vita ad un’azienda che operava nel campo della Moda. Il loro lavoro li portava frequentemente in giro per il mondo, ma non avevano mai toccato l’India. Ma, come si sa la vita può riservare delle sorprese. Il ‘caso’ volle cambiare il corso della loro esistenza. Così, un giorno, durante un viaggio a Parigi, Serenella, cadde dalle scale della metropolitana e riportò una serie di ammaccature che diedero il via a una catena di avvenimenti che avrebbero cambiato la sua vita, quella del marito e della loro azienda. Le conseguenze di quell’incidente portarono Serenella a subire diversi interventi agli occhi. Fu durante una degenza tra un intervento e l’altro che Serenella sentì Qualcuno che le parlava e le diceva: “Devi venire perché ti sto aspettando”. Era sveglia. Anzi, era sveglissima! E non credeva a ciò che le stava accadendo. Ma era solo l’inizio della Storia.
Una Storia straordinaria che la portò ai piedi del Maestro, Sathya Sai Baba, che si era sempre preso cura di lei, anche quando lei non lo sapeva.
Il primo incontro fu un misto di sensazioni che spaziavano dall’incredulità alla difficoltà di accettare che ciò che le stava accadendo fosse vero e non il frutto di qualche allucinazione, ma anche a una sensazione di grandissimo e rassicurante Amore.
Questo racconto non comune, Serenella lo scrisse più di dieci anni dopo in un libro dal titolo: “Per amore, con amore”. L’invito a scriverlo, così come il titolo, le fu suggerito dal Maestro che la invitò a raccontare la sua storia perché potesse essere utile ad altre persone. Nel ’90 il Maestro ‘suggerì’ a Serenella e ad Alessandro di chiudere la Casa di Moda e cambiare ‘Gioco’. Nacque così il progetto delle Edizioni Milesi.
Da allora tante cose sono accadute, le prove si sono susseguite così come le soddisfazioni. Ma la loro determinazione non ha mai vacillato, come non è mai venuta a mancare l’amorevole presenza del Maestro che ha saputo accompagnarli e sostenerli lungo il percorso agendo in vari modi e attraverso persone diverse. Il “Gioco” ha, a volte, riservato a Serenella e Alessandro delle prove difficili, ma l’Amore del Maestro è così grande da compensare tutte le fatiche e non farli mai dubitare che valga la pena continuare a dedicarsi con Amore e cura a diffondere le sue parole e inestimabili insegnamenti di vita.